Sportello Fiscale

Domande frequenti:

Come si costituisce un’associazione sportiva dilettantistica (A.S.D.)?

L’A.S.D. è un ente associativo, ossia una particolare categoria di ente non commerciale rappresentata dagli enti che perseguono, in forma associata, finalità di interesse generale considerate meritevoli di tutela. Per essere considerato non commerciale un ente deve possedere una caratteristica essenziale: l’assenza dello scopo di lucro. La finalità dell’ente, pertanto, non sarà quella di generare profitti, ma quella di svolgere un’attività di interesse generale che nel caso specifico delle A.S.D. è costituita dalla promozione e svolgimento dell’attività sportiva in forma dilettantistica. Continua a leggere…

I compensi agli sportivi dilettanti. Qual è la disciplina di riferimento?

Oltre alle prestazioni a titolo gratuito, costituite dal lavoro volontario1, le associazioni sportive dilettantistiche (A.S.D.) si possono avvalere anche di prestazioni lavorative a carattere oneroso. La tipologia di prestazione retribuita maggiormente diffusa tra le A.S.D. è costituita dai compensi erogati agli sportivi dilettanti ai sensi dell’art. 67 del TUIR. Continua a leggere…

Altre forme di prestazione retribuite nelle A.S.D.

Oltre ai compensi erogati agli sportivi dilettanti ai sensi dell’art. 67 del TUIR1, le associazioni sportive dilettantistiche (A.S.D.) si possono avvalere anche di altre forme di prestazioni retribuite. In particolare le A.S.D. potranno avvalersi di prestazioni lavorative sotto forma di lavoro subordinato e di lavoro autonomo. Tengo a precisare che obiettivo del presente approfondimento è quello di fornire una panoramica delle varie forme di prestazioni retribuite che possono essere svolte nei confronti delle A.S.D., in quanto la vastità della materia non consente un’analisi dettagliata di ogni singola fattispecie. Continua a leggere…

Quali sono le disposizioni fiscali adottate dalla legge n. 398 del 1991?

Il regime forfetario istituito con la Legge n. 398 del 1991 costituisce, senza dubbio, il regime fiscale maggiormente adottato dalle associazioni sportive dilettantistiche (A.S.D.).
Per applicare tale regime agevolato le A.S.D. devono possedere alcuni requisiti. Innanzitutto requisiti di tipo soggettivo, quali l’iscrizione al registro telematico del CONI in qualità di unico organismo in grado di certificare l’attività svolta dalle A.S.D., l’affiliazione alla Federazione sportiva di appartenenza o ad un Ente di Promozione Sportiva e il rispetto delle norme previste in tema di predisposizione di atto costitutivo e statuto. Continua a leggere…

Il lavoro volontario nelle associazioni sportive dilettantistiche (A.S.D.). Consigli pratici.

Le prestazioni lavorative svolte nei confronti delle associazioni sportive dilettantistiche possono essere distinte in due tipologie. Da un lato abbiamo le prestazioni a titolo gratuito, il cosiddetto lavoro volontario o volontariato, e dall’altro le prestazioni retribuite. Continua a leggere…