2809

Indagine abbandono sportivo giovanile

Introduzione
La pratica di attività sportive in età giovanile viene in genere valorizzata per il contributo
positivo che può dare alla crescita ed alla maturazione personale di ragazze e ragazzi. Quando
gestito in modo educativo dagli adulti, lo sport rappresenta un contesto in cui si possono
apprendere nuove abilità, diventare autonomi e consapevoli delle proprie capacità, mettersi in
gioco affrontando difficoltà ed esperienze di competizione, imparare a collaborare con gli altri, a
rispettare le regole, ad accettare le decisioni di arbitri e giudici.
Nonostante questi aspetti positivi, vi è una diminuzione della pratica sportiva già in età
evolutiva, soprattutto per quanto riguarda le ragazze (la cui presenza nelle attività motorie e
sportive è comunque sempre inferiore a quella dei ragazzi). I dati Istat?Coni del 2011 mostrano
come nella fascia di età 11?14 anni il 66% dei ragazzi pratichino sport, contro il 48% delle ragazze;
ma queste percentuali sono già scese rispettivamente al 56% e 39% nella fascia 15?17 anni, per
diminuire ancora al 46% e 27% nella fascia 18?19 anni. [leggi…Report abbandono Provincia di Trento]